Español
English
Italiano
Categoría: GIOCARE INSIEME
Sfilate d’autunno…c’è anche Pinypon!
0 COMMENTI
29 settembre 2014  |  Scritto da famosatoys

Le PinyPon sono sempre alla moda, non è un segreto! E giocare alla sfilata di moda è davvero fantastico! .
Scopri con Pinypon com’è il magico mondo delle sfilate di moda: innanzi tutto allestisci la passerella e lo spazio del backstage con gli adesivi. Poi prepara le tue Pynpon al grande evento…

I look: scegli per ogni #piny gli abiti e gli accessori da far sfilare, controlla che non ci siano doppioni e che creino un mix colorato e divertente!

Trucco e Parrucco: c’è tutto l’occorrente nel playset Sfilata di moda di Pinypon, i pettini, i gel , mollette, cerchietti e stelline…ognuna di loro avrà un look speciale!

Pasarela-de-PinyPon-Famosa15

La passarella: luci, telecamere, musica…controlla che tutto funzioni e che ogni uscita sia una sorpresa…Forza si inizia!

Calma e sangue freddo: nel back stage ci si riposa in attimo con un tè e una rivista di moda…prima di ricominciare!

Ecco inoltre un segreto per le mamme…più Pinypon ci sono meglio è! Tanti abiti, accessori e oggetti nei cassetti, i bambini si divertono un mondo ad aprire, chiudere, girare, trasformare e personalizzare le loro Pinypon…

E allora divertiamoci insieme: inizia la sfilata!

CATEGORIAS: GIOCARE INSIEME  |  TAGS:  , , ,
8 apps divertenti per imparare la matematica
0 COMMENTI
15 settembre 2014  |  Scritto da famosatoys

La matematica è per molti studenti una materia impegnativa. Vecchi metodi di insegnamento e cattivi maestri spesso causano un disinteresse nella matematica e una bassa autostima negli studenti. Ma la scuola non è l’unico luogo in cui la matematica è vista negativamente. Spesso i genitori non sono in grado di trasmettere i vantaggi pratici della matematica. Così come è importante coltivare la loro mente scientifica, si dovrebbe far interessare i ragazzi alla matematica. Le nuove tecnologie e il mondo dei giocattoli vi possono aiutare. Ecco 8 apps che aiuteranno i vostri bambini ad imparare la matematica divertendosi.

Montessori Math: Moltiplicazione

I bambini di solito imparano le tabelline a memoria. La maggior parte di loro, tuttavia fatica a capire il concetto che c’è dietro. Questa applicazione è progettata per insegnare ai bambini tra i 6 e 10, i segreti dietro i fondamenti della matematica. Un mostro amichevole li guida attraverso attività e giochi diversi, mentre spiega cosa sono esattamente le tabelline.

Matematica veloce

Non c’è niente di meglio che risolvere un’ equazione matematica per mantenere il cervello attivo dei ragazzi. L’applicazione Quick Math è stata creato esclusivamente per questo scopo. Tua figlia potrà aggiungere, sottrarre, moltiplicare, dividere o un mix di tutto e protrà scrivere la soluzione con il dito, come se fosse una matita e insieme, avrete modo di verificare il suo livello e i miglioramenti . Ideato per i bambini tra i 6 e 12.

10 Dita

Non c’è modo migliore per insegnare ai bambini i numeri che usare le nostre 10 dita. Questa divertente applicazione consente ai bambini di scoprire i numeri giocando con le dita sullo schermo di uno smartphone o iPad. Tre diversi tipi di attività insegnaranno ai vostri figli ad associare numeri con gli oggetti, l’ortografia dei numeri le regole di base.

numerosity

Numerosity è una divertente applicazione che permette ai bambini di combinare numeri e scoprire le basi della matematica per tentativi ed errori. L’applicazione è stata premiata da un comitato di insegnanti e ha il vantaggio che può essere utilizzata da più bambini contemporaneamente.

mates

Kids Learn Math Game

Questa app dal design colorato e semplice aiuta i bambini a imparare l’aritmetica di base (addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione) in modo facile e al proprio ritmo.

Tic Toc Time

La matematica è presente in ogni momento della giornata. Ecco perché è importante imparare a leggere i numeri e a capirli in tutte le sue forme, compreso il tempo. Tic Toc Time è un app che racconta e spiega il tempo. I bambini devono giocare e vincere una partita prima di passare ad un altro. Ci sono 6 diversi giochi inclusi. Vincitore del Parent’s Choice Award.

Motion Math: Wings

Questa curiosa applicazione chiamata Motion Math: Wings ha protagonista un uccello, che i bambini devono seguire intorno a isole diverse, risolvendo diversi problemi di matematica. All’aumentare del loro livello cambiano le avventure.

Matematica in musica

Ricordate il nostro articolo che ha parlato dei benefici che l’apprendimento della musica ha per i bambini? Jazzy 123 è una app che collega il mondo della matematica con la musica e insegna i numeri ai bambini attraverso melodie e strumenti come sax, flauto e tromba.

Conoscete altre applicazione per insegnare la matematica ai bambini? Credi anche tu che la matematica sia una materia difficile?

Photocredits: Rosa Sherbet / Brad Flickinger

W i nonni!
0 COMMENTI
9 settembre 2014  |  Scritto da famosatoys

I nonni sono una parte essenziale della nostra vita e di quella dei nostri bambini. Hanno la saggezza e la pazienza che noi a volte non abbiamo, sono le figure che si occupano di dare ai nipoti il senso di appartenenza, di raccontare la propria storia e le radici. Noi sappiamo chi siamo e da dove veniamo grazie a loro dato che rendono la nostra cultura e le tradizioni vive. I nonni sono il legame tra le generazioni e secondo la famosa antropologa Margaret Mead questi legami sono necessari per la nostra salute mentale e stabilità emotiva.

Questo mese, abbiamo dedicato la nostra sezione di Creatori di Sogni a loro, ai nonni che hanno reso la nostra infanzia e rendono quella dei nostri figli migliore.

Se non avete mai ragionato sull’importanza che i nonni hanno per i vostri figli, ora è il momento di farlo. Gli studi rivelano che i nonni aiutano i bambini a massimizzare il loro potenziale e il loro sostegno è positivo e gratificante, soprattutto durante i loro primi anni. Secondo la The Foundation for Grandparenting,, i bambini che stabiliscono un legame forte con i nonni si sentono più sicuri e ottengono migliori risultati a scuola rispetto ad altri.

Oggi, sono più importanti che mai. Spesso entrambi i genitori lavorano fuori casa e i nonni vengono delegati a prendersi cura dei bambini. La funzione dei nonni, però, non si esaurisce certo nel tappare le falle o nell’intervenire nei momenti difficili. La presenza di un nonno o di una nonna nella vita di un nipote ha già di per sé l’effetto di allargare i confini della famiglia nucleare. Gli anziani ringiovaniscono a contatto con i giovani. I giovani dispongono di un maggior numero di modelli di riferimento affidabili e realistici. E quando nell’adolescenza, i rapporti con papà e mamma si fanno burrascosi, è attraverso i nonni che un nipote può ritrovare a volte quell’ancoraggio di cui, nonostante tutto, sente ancora il bisogno.

Nella realtà i nonni sono assai meno stereotipati e convenzionali di come in genere vengono rappresentati. E’ quanto emerge dalle testimonianze dei nipoti. La memoria può indebolirsi, i movimenti rallentare e i riflessi non essere più quelli di una volta, ma l’esperienza, la sensibilità e il sapere accumulati nel corso degli anni consentono di svolgere svariate funzioni. Molti nonni sono aperti alle novità e flessibili. Possono essere consiglieri in alcuni momenti, alleati e amici in altri.

Da genitore a nonno
L’entrata nel nuovo ruolo raramente è immediata e senza scosse, dall’essere chiamati papà e mamma passeranno a essere chiamanti nonno e nonna e guardati con occhi diversi.
E’ bene che i cambiamenti avvengano in modo graduale e in rapporto alle loro forze, impegni e disponibilità. Ci sono nonni a tempo parziale – incontrano i nipoti una o più volte a settimana e fanno baby-sitting di tanto in tanto – nonni a tempo pieno – vedono i nipoti tutti i giorni o quasi e integrano le mansioni dei genitori in modo sostanziale e nonni a tempo limitato. Ricordiamoci che possono essere buoni nonni anche quelli distanti e dare affetto tra una visita e l’altra mantenendo i contatti per telefono ed e-mail.
La cosa più importante nel rapporto con i nonni è che si crei un clima sereno, privo di rivalità e conflitti.

foto-54

Ecco alcune testimonianze che ci illustrano meglio il ruolo e l’importanza dei nonni nelle famiglie di oggi:

“E’ la mia migliore amica, mi da sempre dei buoni consigli”(Giulia, 11 anni). “Facciamo lunghe chiacchierate. Gli racconto molte cose perché so che lui non mi giudica” (Fabio, 12 anni): sono una figura di riferimento per consigli e confidenze.

“Ci raccontava di strane creature che vivevano sulle montagne. Ci lasciava credere quello che volevamo e noi bambini fantasticavamo a lungo su quelle strane creature.”(Michela, ormai ventenne): sanno assecondare i giochi e la creatività dei nipotini stimolando la loro fantasia.

“Con lui mi diverto perché è uno sportivo. Giochiamo a basket e mi insegna i trucchi” (Pietro, 10 anni). “Ho scoperto il mondo attraverso la sua collezione di francobolli, a cui abbiamo aggiunto anche i miei.”(Giorgio, 12 anni): trasmettono passione per sport e hobby.

“La nonna cucina benissimo, io la aiuto e poi mi fermo a pranzo.” (Susanna, 7 anni). “Per merenda il nonno mi prepara la macedonia con tutta la frutta.” (Luca 5 anni): insegnano sane abitudine alimentari.

“La nonna per me è una seconda mamma.”(Chiara, 6 anni): possono sostituire i genitori nella routine quotidiana.

“Quando non capisco un problema telefono al nonno.” (Marisa, 11 anni). “Gli ho insegnato ad usare l’e-mail, e ora ci scriviamo.” (Simone, 7 anni): sanno assumere il ruolo di maestri e di allievi.

Istituita già nel 1978 negli Stati Uniti, la Festa dei Nonni viene festeggiata ora anche in Italia il 2 di Ottobre. Anche il legislatore ha voluto mettere l’attenzione sull’importanza dei nonni, modificando il Diritto di Famiglia per sancire dei diritti dei nonni verso i nipoti che prima erano invece a discrezione dei genitori.

Avete mai pensato a quanto sono importanti i nonni sono per i vostri bambini? Cosa ricordate dei vostri?

Insegnare ai bambini a fare amicizia
0 COMMENTI
8 settembre 2014  |  Scritto da famosatoys

Alcuni bambini iniziano a socializzare in modo naturale, ma altri fanno fatica a farsi degli amici o a unirsi alle attività di gruppo. Non dovete preoccuparvi se vostro figlio fa parte della seconda categoria! A volte ci vuole tempo per imparare a giocare con gli altri bambini. Magari ha bisogno di un po di aiuto per imparare a giocare con gli altri. Ecco dei consigli per rendere le cose più facili.

Coltivate le loro capacità relazionali
Cercate di rendere il vostro bambino più fiducioso. Se si sente sicuro di sé avrà più probabilità di iniziare a socializzare già da piccolo. Dite loro che è bravo e gentile. I bambini temono già da piccoli che gli altri bambini li trovino antipatici. Se rafforzate la loro autostima e lo lodate per le sue abilità affronterà meglio questo problema. Evitate di sgridarlo troppo duramente; cercate invece di fare leva sulle conseguenze, e fate capire al bambino che comportamento ci si aspetta da lui.

Insegnate la generosità e condivisione
I bambini possono imparare fin da piccoli ad essere generosi. Aiutate il vostro bambino a fare con le sue mani un piccolo regalo e a donarlo a qualcuno, e parlategli dei risultati: “Guarda come è contenta la tua sorellina! Le piace moltissimo il disegno che hai fatto per lei! Sei stato proprio gentile e generoso”.
Anche imparare a condividere le cose può essere molto difficile per i più piccoli che può provocare frustrazione sia ai genitori che ai figli. Un po’ di attenzione da parte vostra può rendere tutto un po’ più facile: chiedete al vostro bambino di prestare un giocattolo ad un fratello o sorella, oppure di fare a metà quando mangia un dolce o una merendina, e lodalo quando condivide le cose. Allo stesso modo, chiedi ai fratelli maggiori di condividere le cose con il più piccolo, e fai notare a quest’ultimo il fatto che condividere è bello e piacevole. Se vostro figlio non ha fratelli o sorelle condividete voi qualcosa con lui.

Giocare con gli altri, ma come?
Incoraggia i giochi di società. La maggior parte dei bambini piccoli tende a isolarsi, per cui ogni bambino in realtà gioca da solo anche se si trova insieme ad altri bambini. Cercate di portarli a giocare insieme proponendo giochi da tavolo adeguati alla loro età o giochi di fantasia.

Organizzate incontri per giocare
Se capite che all’inizio, affrontare un gruppo potrebbe essere troppo per il vostro bambino, invitate a casa un solo amico, qualcuno che tuo figlio già conosce e con cui va d’accordo, e incoraggiateli a giocare insieme. A mano a mano che tuo figlio si sentirà più a suo agio aggiungiete qualche amico al gruppetto.

Aiutate vostro figlio a socializzare in pubblico
Fate esercitare vostro figlio nelle presentazioni. Potrebbe avere difficoltà in luoghi pubblici perché non conosce gli altri bambini. Se gli insegnate anche solo a dire “Ciao, io mi chiamo […]. Vuoi giocare con me?” si sentirà più sicuro.

Leggete insieme libri illustrati che trattino il tema della condivisione, della collaborazione e dell’amicizia, o guardate dei film e poi paragona le situazioni narrate con quelle che il bambino incontra nella vita reale.

Ma sopratutto, date sempre il buon esempio. A lui verrà più spontaneo giocare con altri bambini se vi vedrà interagire con amici e parenti e trattare bene gli altri.

l’importanza della scienza per i bambini
0 COMMENTI
28 agosto 2014  |  Scritto da famosatoys

Il talento non è legato necessariamente all’arte o alla musica. Esistono anche talenti per la scienza e per la matematica. In realtà, la scienza aiuta a rafforzare lo spirito critico e insegna ai bambini un metodo di apprendimento cosi come la matematica insegna il ragionamento logico. Qualunque interesse abbiano i vostri figli la scienza è un modo meraviglioso per imparare a ragionare, osservare, analizzare, porre le domande necessarie e prendere le giuste decisioni.

Per questo motivo dobbiamo coltivare il loro naturale istinto per lo studio della scienza. Continuate a leggere per scoprire come apps, libri e attività vi aiuteranno a farlo.

Scienziati per natura. Il loro istinto e la curiosità innata li rende desiderosi di sperimentare e fare domande. Un sacco di domande. Invece di disperati, roteando gli occhi o chiedendo loro di stare tranquilli, approfittatene per motivarli a impegnarsi in queste attività divertenti.

Domande. Più imparano, più domande faranno. La prestigiosa rivista American Scientific ha pubblicato uno studio recente che conferma che se impariamo a porre buone domande in età precoce, impariamo meglio, miglioriamo la collaborazione con gli altri e il nostro modo di affrontare le situazioni della vita.
I bambini che iniziano il loro pensiero con un: “E se …?” O “Come …?” stanno già facendo un ragionamento causa = effetto. Cosa ne dite di provare a vedere se aiutandoli un po’ succede qualcosa?

Risposte. Chiaramente non abbiamo tutte le risposte. La scienza abbraccia molte discipline e nel loro desiderio di imparare, i bambini possono fare domande su astronomia, biologia, fisica e matematica solo per citarne alcuni. La maggior parte dei genitori però non ha le risposte a tutto. Se questo è il vostro caso non preoccupatevi e approfittate della possibilità di imparare insieme a loro.

Attitudine. E’ importante che i genitori abbiano un atteggiamento positivo in quanto influenzano direttamente il modo in cui i loro bambini vedono il mondo. Ricordate che i bambini sono ispirati dai loro genitori e il loro modo di affrontare le cose dipende da come voi lo fate. Ecco perché sarebbe una buona idea che vi vedessero fare domande, alla ricerca di risposte, sperimentare e divertirsi.

Libri. Ci sono molti libri che stimolano l’interesse per la scienza nei bambini. Uno dei nostri preferiti è Breve storia di quasi tutto di Bill Bryson. Non è proprio un libro per bambini, ma vi aiuterà a capire le cose in modo semplice divertente in modo da poterle spiegare ai vostri figli.

Apps. Ci sono applicazioni divertenti appositamente progettate per allenare l’apprendimento delle scienze. Leo’s Pad è un applicazione gratuita per i bambini tra i 3 ei 6 anni. Creato da un gruppo di ricercatori della Stanford University, questa applicazione vede un gruppo di divertenti amici che imparano la scienza mentre vanno alla ricerca di avventure. Altre applicazioni interessanti per introdurre i piccoli alla scienza sono queste ( ma ne potete trovare molte altre per tutte le età sul web!):

Piis Labs: un parco giochi digitale in cui tuo figlio potrà esplorare concetti scientifici in modo

Toca Lab: per Esplorare il colorato ed elettrizzante mondo della scienza e imparate tutti i 118 elementi della tavola periodica. Consigliato dai 4-5 anni. Per iOS, a pagamento.

Pettson’s Inventions è un passatempo per esercitare la logica e la creatività. È in inglese, ma le istruzioni sono intuitive. Dai 4-5 anni. Per iOS e Android, a pagamento.

Rocket Science 101, sviluppata dalla Nasa, mostra come si costruisce un vero razzo. Per ragazzi delle medie utile per familiarizzare con alcuni concetti di fisica legati all’esplorazione dello spazio. Gratuita, per iOs e Android.

Ricordate che la scienza è importante per i nostri figli perché stimola la loro curiosità innata, offre strumenti pratici necessari per la comprensione della vita, contribuisce a coltivare una mente critica e li aiuta a risolvere i problemi. Per questo è importante che la loro mente scientifica si sviluppi prima possibile.

I vostri bambini si divertono a fare esperimenti? Quali sono i loro preferiti?

Photo Credits: Jimmy /Raymond Bryson

10 ATTIVITA’ PER L’ESTATE
0 COMMENTI
8 agosto 2014  |  Scritto da famosatoys

L’estate è arrivata e anche il caldo… Quando fuori le temperature sono troppo alte è sempre consigliabile non giocare sotto il sole a meno che non si sia in spiaggia o in piscina. Ma chi invece non ha a disposizione la frescura dell’acqua cosa può fare? Rinfrescarsi in casa , riposare, leggere o giocare con i figli…ecco allora 10 idee divertenti per le giornate più calde di quest’estate:


Le bolle di sapone

Tutti amano le bolle di sapone. Ed è un modo facile e conveniente per giocare. Fare bolle di sapone stimola la curiosità, sviluppa tecniche di respirazione e migliora la loro comprensione dello spazio.

Acchiappafarfalle
Questo è lavoretto che migliora la loro manualità anche aiutare, sviluppare la loro creatività e l’autonomia in quanto i bambini dovranno fare uso della loro immaginazione per costruire un retino per farfalle. Oltre a catturare le farfalle, si può utilizzare anche per la cattura di pesci o granchi sulla spiaggia. Guarda come fare con queste facili istruzioni step-by-step.

Capanne e personaggi
L’estate è una stagione favolosa per tutti i giochi all’aria aperta che aiutano a sviluppare l’ immaginazione. Mettete a disposizione dei vostri bambini sgabelli, lenzuola, ventilatore, vecchi abiti e cappelli in modo che possano creare case, capanne, e castelli, travestirsi e truccarsi per creare personaggi e storie fantastiche.

Tutti in scena
Se ci sono altre amiche che nella stessa vostra situazione organizzate dei pomeriggi a turno in cui imparare a ballare, cantare o mettere in scena un piccolo spettacolo. Aiutate i vostri figli a trovare le musiche, le coreografie o dei testi facili da recitare.

Ghiaccioli fai da te
Non c’è niente di più rinfrescante di un ghiacciolo quando fa caldo. I bambini li amano e sono facilissimi da fare. Se si utilizza la frutta fresca saranno anche un’ottima merenda! Un gioco che può essere anche un ottimo modo per insegnare delle sane abitudini alimentari.

Assalto alla biblioteca
La tua casa non è l’unico posto dove nascondersi dal caldo. Le biblioteche pubbliche sono fresche e il luogo ideale per coltivare l’amore dei tuoi figli per i libri e la lettura. Potrai anche sceglier un film da guardare insieme alla sera.

Altre attività includono: fare gioielli di conchiglie, teatro dei burattini, costruire un aquilone…Tutto ciò che serve questa estate sono alcuni articoli casalinghi semplici: come argilla, colori a dita, carta e forbici … è un po ‘di fantasia!

Crediti fotografici: Tammy McGary / Leonid Mamchencov

CATEGORIAS: GIOCARE INSIEME, KIDS & TIC's  |  TAGS:  , , ,
con Pinypon, un premio per tutta la famiglia con le foto più belle dell’estate
0 COMMENTI
8 agosto 2014  |  Scritto da famosatoys

Fino al 15 settembre, tutti i fans di Pinypon potranno partecipare a un concorso divertente per vincere 2 notti per 4 persone in qualsiasi hotel in tutto il mondo. E ‘molto facile. Bisogna registrarsi a Instagram, seguire la pagina @FAMOSATOYS e postare le immagini usando l’hashtag #PinyponTour. Continua a leggere per scoprire tutti i dettagli:

Famosa, lancia il suo primo concorsosu Instagram per selezionare le migliori fotografie di viaggio insieme a Pinypons, le divertenti bamboline nate in Spagna negli anni ’70.

Questa estate, fai scattare ai tuoi figli le foto alle loro Pinypon in giro per il mondo, al mare, in piscina, davanti a un monumento o un paesaggio. Il concorso è ispirato al film francese Amelie, in cui un nano da giardino diventa protagonista di tante immagini in giro per il mondo scattate da un amico di Amelie per far credere al padre che il nano è stato rapito.

I vostri bambini si divertiranno un mondo a scattare le foto ovuque vadano durante queste vacanze e sicuramente vi coinvolgeranno suggerendovi migliaia di idee per scatti divertentissimi.

Tutte le fotografie verranno caricate sulla pagina Facebook di Pinypon i più piccoli potranno votare per il loro preferito. Se la loro fotografia sarà la più votata, la vostra famiglia vincerà un weekend per 4 persone in qualsiasi hotel in qualsiasi parte del mondo, o uno dei 10 Pinypon Tour Packs. Guardate questo divertente video per trarre ispirazione. Si può partecipare tutte le volte che si vuole, con tutti i Pinypon che si vuole…

Partecipare è importante perchè anche chi non vincerà il primo premio potrà essere sorteggiato per ricevere uno dei 10 Packs Pinypon Viaggi (Brasile, Francia, Londra e Giappone) ed un Aereo Pinypon.

Forza allora, che aspettate?

Da tutti noi del Toy Blog i migliori auguri di buona fortuna e di una felice estate!

CATEGORIAS: GIOCARE INSIEME, KIDS & TIC's  |  TAGS:  , , ,
i giochi più divertenti dell’estate
0 COMMENTI
6 agosto 2014  |  Scritto da famosatoys

I bambini hanno tanto tempo libero durante l’estate e cercano mille modi per combattere la noia, chiedono la vostra attenzione e vorrebbero sempre dedicarsi ad attività divertenti. Ma come possono fare i genitori ad aiutarli senza spendere un sacco di soldi? Ci sono tanti giochi che voi e i vostri figli potete fare insieme, non solo si risparmierà ma si passerà piacevolmente del tempo insieme. Aalcune attività che potete fare insieme possono anche contribuire a migliorare la loro concentrazione e la creatività, che si tratti di “fai da te” o di giochi all’aperto, ecco la nostra lista dei migliori giochi e attività dell’estate:

Twister sull’erba
Se avete un giardino o volete trascorrere il pomeriggio al parco, potete creare il vostro Twister. Un gioco davvero divertente che sfiderà la loro flessibilità ed equilibrio. L’unica cosa che vi serve sono 4 bombolette di vernice spray lavabile di diversi colori. Basta fare 6 bolli per ogni colore e il gioco è fatto!

Le pulci
Altro gioco da fare sempre con dei bambini grandi è quello delle “pulci”. Per giocarci, potete usare i bottoni. Come prima cosa, occorre prendere alcuni tappi (quelli dei sottaceti vanno benissimo), rovesciarli e numerarli. Lo scopo è di entrare all’interno nel tappo facendo saltare la “pulce”. Come? Basta premerla con un altro bottone lungo il bordo. Ovviamente, vince chi non sbaglia. A cosa serve? È utile per sviluppare la motricità fine, l’attenzione e la pazienza.

Le biglie
Con le biglie si possono fare dozzine di giochi diversi. Il più conosciuto è quello della “tana” . Il gioco consiste nel colpire le biglie degli avversari diventandone proprietario. Prima di poterle colpire però bisogna far entrare la propria biglia in una buca (la tana) precedentemente preparata. Alla partenza, a turno, si tira la propria biglia, colpendola con il pollice o l’indice, e si cerca di entrare in buca. Quando uno riesce ad entrarci può, con un tiro successivo, mirare le altre biglie tirando la sua, se riesce a colpirle la vince.

Costruirsi una cerbottana
Una versione semplice ma efficace, se non si ha ha disposizione un tubo di plastica, può essere in cartoncino leggero o in carta plastificata: arrotoliamo un foglio di dimensione a piacere, ma minimo A4, cercando di formare un cono stretto con apertura di circa 1 centimetro da un lato e mezzo centimetro dall’altro, quindi lo fermiamo con nastro adesivo o qualche goccia di colla.
Proprio questa forma faciliterà i lanci e permetterà di usare palline di carta più grandi.

Come Costruire una Girandola
Le girandole sono delle decorazioni gradevoli, e un divertimento per bambini di ogni età. Puoi usarle per decorare il giardino se devi dare una festa, o puoi goderti lo spettacolo dei bambini che ammirano colori brillanti che girano vorticosamente. Costruire una girandola è semplice, tanto che perfino i bambini più piccoli possono eseguire la maggior parte dei passi (anche se, dovendo utilizzare degli spilli, è necessaria supervisione e assistenza).
Segui questo tutorial e usa la tua fantasia per i decori!

i giochi adatti ai 3 anni
0 COMMENTI
7 luglio 2014  |  Scritto da famosatoys

Ogni bambino è unico e cresce e impara secondo la sua età e il suo sviluppo. A partire dai 3 anni anche se i bambini sono più consapevoli di se stessi e del loro posto nel mondo continuano a vivere nel loro mondo immaginario. Attraverso il gioco, i bambini sviluppano importanti capacità sociali, memoria e capacità motorie.

I 3 ANNI segnano il periodo in cui i bambini cominciano a fare amicizia e sviluppare valori come la collaborazione e la condivisione. In questa fase i bambini continuano a mettere in discussione le cose e vogliono avere le risposte a tutti i loro “perché”. Questi fattori devono essere considerati quando si acquista un giocattolo per questa età.

Ecco i nostri suggerimenti per scegliere i migliori giocattoli da acquistare per il vostro bambino di 3 anni.

Memoria: tutto ciò che stimola la loro capacità di memoria e di concentrazione è adatto per i bambini di questa età. Vogliono che gli vengano lette le stesse storie più e più volte, imparano a cantare canzoncine e a ballare. Ma, soprattutto, amano i giochi di memoria, puzzle, giochi interattivi e tutto quello che aiuta a sviluppare le loro capacità psicologiche che possono poi condividere con gli amici.

Capacità motorie: i giocattoli che migliorano le loro capacità motorie sono tra i loro preferiti. Costruzioni, cubi di legno, matite colorate, pastelli, gesso e plastilina per attività di manipolazione che li accompagneranno sino ai 5 anni. Poiché i bambini a questa età sono ancora molto legati al loro mondo immaginario l’attività con la plastilina o pasta di sale è una fonte inesauribile di storie fantastiche.

Un altro grande regalo per un bambino di tre anni è una scatola piena di carta colorata, fili di diversi materiali e colla. Questi elementi semplici messi insieme con la loro fervida immaginazione gli consentiranno di creare storie fantastiche e di esprimersi sviluppando le loro capacità occhio-mano e il coordinamento.

Equilibrio e abilità fisiche: i giocattoli da utilizzarsi all’aria aperta sono fantastici a qualsiasi età, ma in questa fase, giochi e giocattoli che possono condividere con i loro amici sono molto importanti. Saltare la corda, giocare a palla o fare castelli sabbia sono attività ideali. A questa età hanno bisogno di mostrare anche la loro forza e resistenza fisica e le capacità di coordinamento che hanno appresso. Per questo bicicletta e monopattino saranno tra i giochi preferiti.

Bambole: a questa età le bambole aiutano i bambini nell’importante gioco dei ruoli. Imitano scene di famiglia, fingendo di preparare la pappa, leggere storie, vestendoli e accudendoli. Questo gioco permette ai bambini di sviluppare le capacità motorie , sviluppare le loro competenze linguistiche e di esprimere le proprie emozioni sempre in un contesto di fantasia. I bambini a questa età hanno bisogno di ricreare le scene che vedono a casa o all’asilo per assimilare, comprendere e mettere in pratica ciò che hanno imparato.

Un giocattolo deve avere valori educativi e risvegliare l’emozione di giocare ma ricordate che ogni età o fase di sviluppo ha necessità diverse. Un ultimo suggerimento: prima di acquistare un giocattolo, assicuratevi che sia sicuro e realizzato con materiali di qualità.

anche a settembre…tutti al campus!
0 COMMENTI
27 giugno 2014  |  Scritto da famosatoys

Con l’arrivo delle vacanze molti genitori considerano la possibilità di mandare i figli a campus estivi. Molti vedono nel campus la soluzione pratica al “dove lascio mio figlio” ma in realtà i campus sono per i bambini un modo fantastico per sviluppare le loro competenze emotive e sociali. I campus danno l’opportunità di imparare a condividere, essere più tolleranti con gli altri così e prendere decisioni in autonomia, acquisire nuove competenze e sviluppare interesse per le diverse attività. Detto questo, l’unica cosa che incombe sulla testa dei genitori è: quale è la migliore soluzione per mio figlio.
Continua a leggere per saperne di più.

La scelta dei campi estivi è difficile. Le variabili sono: il vostro budget, il periodo, l’età dei bambini, ma soprattutto gli interessi e la personalità. Parlane con tuoi figli, spiega loro le varie opzioni e chiedigli quello che preferiscono. Quando hai considerato tutti questi aspetti, ecco alcuni suggerimenti per scegliere quello giusto:

Un campus vicino o lontano?

Dormire fuori casa può essere eccitante o traumatico, a seconda dell’esperienza, della personalità del livello di maturità dei vostri figli. I campus con pernottamento sono raccomandati dai 7 anni. Se i vostri figli sono indipendenti e hanno già passato la notte a casa di amici sono probabilmente pronti a questa esperienza. Tuttavia, se questa è la prima volta che i vostri figli vanno a un campus uno in città o vicino a casa, potrebbe essere l’opzione migliore.

Per massimizzare l’esperienza del campus, è meglio che i bambini lo frequentino almeno 2 settimane. Valutate come questo condiziona la gestione del resto della famiglia Se non avete molto tempo o non si adatta il vostro budget, provate un campus in cui la sera tornano a dormire a casa.

Un campus specializzato o uno tradizionale?

I vostri figli potrebbero tentare un campus tradizionale la prima volta e se ha successo le volte successive potrebbe andare a un campus specializzato (lingua straniera, sport, musica, teatro, magia, scienza, ecc.) Un campus tradizionale offre una varietà di attività e che aiuterà i vostri bambini a scoprire nuovi interessi.

Tuttavia, se i vostri figli hanno già una passione per una specifica attività, ma non hanno il tempo di svilupparla durante l’anno scolastico, il campus specializzato è l’ideale. Assicurarsi che gli insegnanti siano qualificati e capire in anticipo che tipo di attività faranno e se bambini sono raggruppati per età e livello di abilità.

IMG_2993

Sei sicuro che sia un buon campus?

L’ideale sarebbe visitare il campus prima. Parlare con il coordinatore o con i responsabili per capire se condividete il loro piano educativo e didattico. Accompagnate i vostri bambini e verificate se gli piacciono le attività proposte e l’ambiente.
Assicuratevi che i campi siano conformi a tutte le normative (sanitarie, rapporto educatori/ bambino, misure di sicurezza, igiene, ecc …) e se il campo è preparato per diete speciali (senza glutine, allergie, ecc …) e come è possibile comunicare con i vostri figli nel caso in cui siano ancora piccoli o non abbiano un loro telefono cellulare.

Quanto mi costa?

A seconda della durata, del luogo o delle attività proposte il costo cambierà. I campus fuori casa da casa, esclusi quelli all’estero, i costi possono variare tra 300-1000 euro, mentre i campus in città stanno di solito meno di 300. Tuttavia, prima di pagare, chiedete se ci sono agevolazioni per l’iscrizione di più figli o per prenotazioni anticipate.

Pensate che i campus estivi siano una buona opzione per i bambini? Sì o No?