Español
English
Italiano
sbagliando si impara
0 COMMENTI
24 novembre 2014  |  Scritto da famosatoys

Tutti commettiamo errori, è un fatto della vita. Gli errori fanno parte del nostro processo di apprendimento e ogni errore ci obbliga a ripensare e scoprire nuovi modi per affrontare le situazioni. E i bambini non fanno eccezione. Anch’essi imparano per tentativi ed errori. Se volete insegnare ai vostri figlia a bere il latte senza rovesciarlo, allacciarsi le scarpe dovete lasciarli provare e…sbagliare. Anche perchè studi recenti dimostrano che il loro apprendimento migliora effettivamente quando sbagliano. Continua a leggere per sapere come potete aiutare i vostri figli a imparare sbagliando.

La nostra società è così competitiva e talvolta ci spinge a tralasciare il gioco con i nostri figli per passare subito all’insegnamento di qualche abilità. Per questo molti genitori ritengono che il modo per aiutare i loro figli è quello di correggere i loro compiti a casa, i disegni, aiutarli a memorizzare un testo o lodandoli sistematicamente. Tuttavia, è stato dimostrato che tutto questo in realtà è causa di stress ed è controproducente.

Carol Dweck, professore alla Stanford University, ha condotto una ricerca, pubblicata da Scientific American, che dimostra che i genitori che correggono gli errori Infantili o lodano incondizionatamente, non per il loro impegno, ma per la loro intelligenza, rendono i propri figli meno autonomi e più deboli quando devono confrontarsi con nuove sfide o risolvere problemi.

Lodare gli sforzi, non l’ intelligenza. I bambini che sono lodati per i loro sforzi si impegnano di più e non si scoraggiano quando sbagliano. I bambini, che sono lodati per la loro intelligenza invece tendono a vedere i loro errori come un segno di fallimento.

Nel suo libro, Mindset: La Nuova Psicologia del successo, Dweck suggerisce che lodarando troppo i bambini gli si impedisce di imparare in maniera libera.

I bambini e la paura di sbagliare. Possiamo cercare di evitare che commettano errori, ma se accadono, va tutto bene. La paura di sbagliare ci impedisce di provare qualcosa di nuovo, lo stesso vale per i bambini. La prossima volta che il bambino “non riesce”, anziché creargli un senso di colpa, chiediamogli cosa ne che pensa è perché qualcosa è andato storto e cosa potrebbe fare per evitare la prossima volta.

Non cercare la perfezione. I nostri figli non sono perfetti e non ci resta che accettare questa verità universale, ma fare in modo che sappiano che vi aspettate da loro che siano perfetti. Discutete con i vostri bambini degli errori che e aiutateli a imparare a non commetterli di nuovo.

Un altro modo per aiutarli a imparare è semplicemente lasciarli fare. Che si tratti di un lavoretto, di un esperimento o di piccole faccende domestiche, cercate di non correggere i loro errori. Saranno motivati a trovare un’altra soluzione. Cosi come nei giochi da tavolo, non lasciateli vincere senza che si siano impegnati almeno un po per farlo, studiando nuove strategie e vedendo le vostre mosse.

11665939334_5be69ae5ef_k

Responsabilizzarli per i loro errori. Quando i bambini fanno un errore, di solito la colpa è degli altri. Soprattutto se pensano che i loro genitori possano arrabbiarsi per la loro bravata. Quindi è giusto insegnare loro ad ammettere di aver fatto un errore, diventare responsabile e mostrare loro come a chiedere scusa. Come? Essendo da esempio. Che cosa fate quando si commettete un errore? Come reagite? Ricordatevi che siete lo specchio in cui si guardano.
Ma ricordate, molte volte ciò che noi riteniamo essere un errore non lo è davvero. Thomas Edison, l’inventore della lampadina, una volta ha detto: “Non ho fallito. Ho appena trovato 10.000 modi in cui questa cosa non funzionerà. “La prossima volta che i bambini fanno un errore, in realtà potrebbe non esserlo.

CATEGORIAS: KIDS & TIC's  |  TAGS: , , ,
ARTICOLI CORRELATI
l’importanza delle fiabe
le 5 domande sulla scuola da fare tutti i giorni ai figli
vorrei tornare bambino
LASCIA UN COMMENTO
*Nome:
*Email:
Sito web (facoltativo):
Commento:

COMMENTI (0)