Español
English
Italiano
Tag: comportamento
le 7 regole della buona educazione
0 COMMENTI
22 ottobre 2014  |  Scritto da famosatoys

Tutti i genitori desiderano che i propri figli siano fossero educati e si comportino bene ma qual è il modo giusto per fare in modo che assumano certe abitudini?
Il segreto è iniziare fin da piccoli in modo che le regole dell’educazione vengano acquisite con il tempo

Ecco 7 idee per insegnare le buone maniere

1) CHIEDERE PER FAVORE E RINGRAZIARE.
I bambini imparano meglio attraverso l’esempio, quindi cerca di ricordarti di usare tu per prima le buone maniere con lui! Perfino i bambini molto piccoli possono afferrare il concetto di “grazie”, tu devi solo rinforzare questa sua comprensione, come? Ringraziandolo sempre ogni volta che ti porge qualcosa. Così facendo il bambino dovrà semplicemente copiarti e imitarti.

2 ) FARSI AIUTARE AD APPARECCHIARE
il bambino si diverte a imitare i genitori, ripetendo i loro gesti. Mamma e papà potranno mostrargli come apparecchiare la tavola: per il bimbo si tratta di un gioco che lo fa sentire ‘grande’, mentre per la mamma è un piccolo aiuto su cui contare. L’incarico dovrà essere ‘calibrato’ in base all’età: un piccolo potrà portare in tavola i tovaglioli, le posate e il pane; mentre i grandicelli potranno cimentarsi anche con i bicchieri, purché li tengano con attenzione e li sistemino uno alla volta. Con la crescita, apparecchiare la tavola diventerà una consuetudine che il bambino svolgerà ogni giorno per dare una mano in famiglia.

3) TENERE IN ORDINE
Riordinare dopo aver giocato e prima di andare a dormire è un’abitudine che si può acquisire sin da piccoli. Per facilitare il compito, è importante una buona organizzazione: ogni giocattolo dovrebbe avere una sua collocazione e un suo contenitore per i libri e i giornalini servirebbero una piccola libreria o una mensola dedicata. Se il bambino solitamente gioca in salotto, si potrà tenere anche in questo locale una cesta, in modo che il piccolo possa riporre velocemente i giocattoli quando avrà finito di usarli”.

4) DIALOGARE SEMPRE
Segnalate sempre ai vostri bambini un comportamento scorretto e spiegate loro in cosa consiste l’errore e come rimediare ad esso.
Naturalmente non si può pretendere che un insegnamento venga afferrato e applicato immediatamente: è importante non spazientirsi e saper spiegare ancora e ancora la regola, aiutandoli a riflettere.
Se rimproverate vostro figlio, mostratevi decisi e parlate con autorevolezza, perché capiscano che state facendo sul serio.

5) SAPER DIRE DI NO
Il “no” deve mirare a costruire l’autostima del bambino e non a distruggerla. Bisogna quindi fare molta attenzione a come si pone il divieto, che deve essere focalizzato sull’azione o sull’oggetto in questione e non sulla persona. I “no” non devono essere eccessivi: meglio fissare pochi obiettivi, semplici e raggiungibili, e impegnarsi a fondo affinché vengano rispettati. I bambini non vanno ingabbiati con troppe regole, devono essere lasciati liberi all’interno di confini prestabiliti, in modo da sviluppare autonomia e capacità di giudizio. Inoltre i bambini diventano più motivati nel rispettare le regole, se ne capiscono il significato. Bisogna quindi argomentare sempre: se il no è accompagnato da una spiegazione acquisterà un valore diverso.

6) EDUCARLI AL RISPETTO A TAVOLA
Il modo migliore per insegnare le buone maniere a tavola al tuo bambino, è farlo stare insieme a tutta la famiglia. In questo modo il piccolo avrà la possibilità di vedere come si comportano gli altri a poco a poco anche lui imparerà a comportarsi bene a tavola.
Intorno alla fine del suo primo anno di vita, il piccolo avrà imparato a maneggiare il cucchiaio e piano piano imparerà a mangiare da solo (meglio ancora se con l’utilizzo di posate e ricette speciali per lui).
Ovviamente non ti devi aspettare che resti seduto composto a tavola, almeno per il momento. Se tuo figlio vuole alzarsi da tavola, quindi, lascialo fare, ma cerca di farlo rimettere seduto dopo 5 minuti. Ben presto il bimbo imparerà che a tavola si deve stare seduti per mangiare.

7) LAVARE LE MANI
L’abitudine di lavarsi le mani prima di mangiare dovrebbe iniziare non appena il bambino comincia a gattonare, sporcandosi così le manine. Il segreto è cercare di rendere divertente la cosa, ad esempio potreste insaponarvi le mani insieme al piccolo (con una simpatica e colorata saponetta) e magari facendo a gara a chi fa la bolla di sapone più grande. In questo modo non vedranno l’ora che arrivi il momento di lavarsi le manine!

CATEGORIAS: KIDS & TIC's  |  TAGS:  , , ,