Español
English
Italiano
Tag: giocare insieme
i film per i giorni di Pasqua
1 COMMENTI
11 aprile 2014  |  Scritto da famosatoys

Arrivano la Pasqua e lunghe vacanze scolastiche .
Finalmente un po’ di tempo per stare in famiglia a fare i vari lavoretti con i nostri bambini, a preparare le ricette di Pasqua e magari a fare l’albero con le uova colorate, ma dopo i mille lavoretti pasquali e le attività all’aria aperta, passare un paio di ore di relax a vedere un film , potrebbe essere una buona idea.

Davanti alla tv lasciamo che i bambini portino i loro cuscini , peluche e coperte preferiti.
Prepariamo popcorn , qualche snack e perché no, della frutta già pulita e tagliata .
Spegniamo le luci per creare un’ atmosfera giusta e godiamoci questo momento tutti insieme.

Molte sono le proposte da vedere:

Il ConiglioMannaro – Wallace & Gromit La maledizione del coniglio mannaro
In occasione della fiera dell’Ortaggio gigante, Wallace e il fedele cagnolino Gromit traggono profitto dall’equipaggiamento, da loro inventato, che preserva le piante dall’assalto dei conigli. Improvvisamente, sopraggiunge un’enorme bestia che minaccia di distruggere i giardini del vicinato. La promotrice della fiera, Lady Tottington, chiede così aiuto a Wallace e Gromit.

f2toCB6syMM9vI0Lw6bpfwJN4zg

Alice Nel Paese delle Meraviglie.
Un classico dell’animzione Disney in cui la piccola Alice d’un tratto vede il Bianconiglio, un coniglio parlante che corre e si lamenta per il fatto d’essere in ritardo. Incuriosita lo segue ed entra nel paese della meraviglie…e per i più grandi la splendida versione di Tim Burton: Alice in Wonderland

Hop
Hop racconta la storia di Fred , un pigro disoccupato, che accidentalmente ferisce il Coniglio di Pasqua e si trova costretto ad accoglierlo durante la sua convalescenza. Mentre Fred fatica con il peggior ospite del mondo, entrambi impareranno finalmente di dover crescere.

Pasqua nel paese dei coniglietti.
Flip e i suoi amici Buck e Bitsy aspettano con impazienza l’arrivo della Pasqua. Ma un giorno scoprono che il loro amico coniglietto Pasquale è stato rapito e senza di lui non può esserci la festa. Per salvare la Pasqua i tre coniglietti decidono di impegnarsi per liberare il loro amico dalle grinfie dei perfidi roditori, il terribile topo Beau e il diabolico J.J.

Le cinque leggende.
E’ la storia di un gruppo di eroi ben conosciuti tra i bambini, tra i quali Babbo Natale, Il Coniglio Pasquale, La Fatina dei Denti; ognuno con dei poteri straordinari. Quando uno spirito maligno, “L’Uomo Nero”, lancia il guanto di sfida per conquistare il mondo, i Guardiani devono unire, per la prima volta, le loro forze per proteggere le speranze, le fantasie e le convinzioni dei bambini di tutto il mondo.

E non dimenticate di commentare i film con i vostri bambini perché è un modo per condividere argomenti interessanti . La maggior parte dei film per adolescenti ha una morale , quindi chiedete loro che cosa ne pensano e ciò che hanno imparato .

CATEGORIAS: KIDS & TIC's  |  TAGS:  , ,
alberto azcona, il nostro “CREATORE DI SOGNI” di novembre
0 COMMENTI
15 novembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Sappiamo tutti che il gioco è importante e che le funzioni principali del gioco – emotivo, sociale , educativa e fisica – contribuiscono alla crescita del bambino . Ma lo sapevate per i bambini hanno il gioco è un diritto? Dal 1989 , la Convenzione sui diritti del fanciullo , adottata dalle Nazioni Unite , come indicato all’articolo 31, e riconosce “il diritto del bambino a riposo ed allo svago , a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative ” . Tuttavia, ci sono troppi bambini nel mondo che per vari motivi – culturali , sociali,  economici o anche per mancanza di tempo , non giocano . Così la Fondazione Crescere Giocando è nata per difendere e sostenere questo diritto . Abbiamo parlato con il direttore, Alberto Azcona , il nostro creatore di sogni del mese.

Cosa fa la Fondazione Crescere Giocando?

Uno dei modi per raggiungere il nostro obiettivo , che è quello di difendere il diritto al gioco , è la spedizione diretta di giochi e giocattoli per i bambini che non ne hanno e non ne possono acquistare. L’altro modo è attraverso programmi di informazione , che forniscono dati sull’importanza dell’uso dei giocattoli , e i benefici che derivano dal gioco sia durante l’infanzia che nell’adolescenza .


Alberto Azcona ad Haiti dopo il terribile terremoto

Parlaci del progetto ” un giocattolo, un sogno “.

La campagna ” Un giocattolo , un sogno ” è nata nel 2000 per portare  giocattoli ai bambini nel mondo che non possono avere. Collaboriamo con la radio pubblica spagnola e con molte aziende e istituzioni del nostro paese .

Poco dopo l’inizio , abbiamo notato che non era difficile avere giochi in regalo dalle aziende produttrici – che è un a buona cosa! – bisognava però dare supporto alle associazioni che aiutano i bambini, ONG che sostengono progetti scolastici in cui viene data molta importanza allo spazio dedicato al gioco.

Oltre all’attività in Spagna , sappiamo che siete presenti in tutto il mondo .

La nostra presenza nel resto del mondo è fatta sempre attraverso le organizzazioni non governative che operano nel settore a cui abbiamo dato supporto negli ultimi 13 anni , dal momento che uno degli obiettivi che ci siamo prefissati fin dall’inizio era quello di essere presenti in modo continuativo in su queste realtà per potere rendere consapevoli dell’ importanza del gioco e dei giocattoli nello sviluppo dei bambini. Grazie a questo supporto , oltre 6.000.000 di bambini in 30 paesi di tutto il mondo hanno ricevuto il loro primo giocattolo. Oggi sono già più di 1.500 le “stanze dei giochi”  nelle scuole, orfanotrofi , ospedali , comunità rurali in questi paesi.

Chi sono stati i tuoi “Creatori di Sogni” ?

Il “creatore di sogni” che ha segnato la mia vita , è stato Salvador Mirò della fondazione Crescere Giocando che con il suo impegno professionale, la perseveranza e l’amore per il mondo dei giochi e giocattoli , ha segnato una tappa importante della formazione.

Che consiglio daresti ad altri genitori ?

Se c’è una cosa naturale, positiva e salutare per i bambini è il gioco! Quindi consiglio i genitori di incoraggiare sempre i loro figli a giocare , e di farlo con loro. Riscoprire la gioia di questi importantissimi momenti.

Photo Credits : Giocare Grow Foundation

bambino empatico = adulto felice!
0 COMMENTI
5 novembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Una famiglia è seduta a tavola per la cena . Il bambino si rifiuta di mangiare le verdure e il genitore reagisce dicendo: cosa fai,  non mangi? Ci sono persone in Africa che muoiono di fame ! E’ un’immagine abbastanza ricorrente…

Trasmettere empatia nei nostri bambini e farli sentire grati per quello che hanno è parte del nostro lavoro di genitori . Ma se si può insegnare in modo divertente e senza creare sensi di colpa è molto meglio.

Una ricerca scientifica svolta presso l’Università del Michigan dimostra che essere generosi ed empatici, se fatto in modo disinteressato crea effetti positivi come un migliore stato mentale e fisico , favorisce la longevità , riduce stress e  dà fiducia in sei stessi .

Ma come trasmettere la generosità nei nostri figli ? Come possiamo infondere un senso di empatia e di altruismo quando ce n’è bisogno ?

Jesper Juul, terapista familiare danese e autore di numerosi libri, consiglia come primo passo l’essere di esempio.

I bambini sono spugne e assorbono e imitano ciò che vedono . Saranno i primi testimoni del vostro comportamento con gli altri, da voi capiranno che l’empatia è normale nella vita di tutti i giorni . Buoni esempi sono lasciare il posto a sedere a qualcuno più anziano o più bisognoso di voi, aprire la porta per la persona dietro o aiutare un vicino di casa con le borse della spesa; semplici azioni quotidiane che insegnano l’empatia .

I bambini vedendo questi comportamenti saranno sicuramente curiosi. Rispondete alle loro domande, introducendo i concetti di differenze e disuguaglianze, spiegando che essere empatico significa anche condividere con gli altri.

Cucinare una bella torta per un familiare o un amico malato, fare un disegno o un piccolo pensiero sono piccoli gesti empatici, che non escludono un momento di svago e divertimento.

Creare momenti empatici
La vita è piena di opportunità per insegnare ai bambini ad essere empatici , non solo con gli altri ma con il mondo . La prossima volta che organizzate una passeggiata in campagna prendere un sacchetto di plastica per raccogliere la spazzatura che si trova, diventa un gioco e vince chi ne raccoglie di più. Contribuisce a mantenere pulito l’ambiente  è un modo di essere generoso verso gli altri e i vostri bambini ci penseranno due volte prima di gettare qualcosa per terra .

Donare è divertente
Organizzate un giorno per ogni stagione per cercare negli armadi e nelle scatole dei giocattoli, aiutandoli a scegliere, i vestiti diventati piccoli e i giochi con cui non giocano più da donare a qualche associazione. Si divertiranno anche loro a ricordare quando hanno ricevuto quel regalo e da chi e a immaginare cosa penserà il bambino che lo riceverà.

Pensare agli altri
La prossima volta che il vostro bambino vi chiede di comprare i suoi biscotti o cereali preferiti , incoraggiatelo a pensare a cosa potrebbe piacere anche al fratellino o al resto della famiglia e a godere della gioia data agli altri.

Se aiutiamo i nostri figli ad avere un cuore generoso è maggiore la probabilità che diventino bambini empatici prima e adulti felici poi.