Español
English
Italiano
Tag: ispirazione
le migliori apps per futuri artisti
0 COMMENTI
7 maggio 2014  |  Scritto da famosatoys

Da genitori ci impegnamo a motivare i nostri figli a scoprire le loro attitudini . Ci sono bambini che sono interessati alla matematica , alla natura e alla scienza , mentre altri sono più inclini verso le arti. Sia che si tratti di cucinare che di fare attività artistica o di suonare il pianoforte , ci sono tante apps create per futuri artisti . Ecco la nostra lista delle 15 migliori applicazioni che aiuteranno i più piccoli a sviluppare i loro talenti naturali .

Per i futuri scrittori , registi e drammaturghi

CREATIVIUM Questa versione virtuale interattiva del teatro dei burattini è coinvolgente e divertente . L’applicazione permetterà ai vostri bambini di scrivere le proprie opere teatrali , creando scenari e scegliendo i propri personaggi . Per i bambini dai 2 anni in su.

STORY BOOK MAKER una divertente applicazione che permette ai bambini dai 4 anni in su di creare un libro con le proprie immagini , testi e musica . La app comprende una galleria di immagini, suoni e una gallery con i libri creati da altri bambini .

COOKIE NEXT DOOR per gli amanti dei fumetti , questa applicazione gratuita permetterà ai vostri bambini di creare i propri fumetti con personaggi, suoni e strutture narrative . Una volta terminato il fumetto i bambini potranno la loro striscia a parenti e amici . Per i bambini sopra i 4 .

Toontastic Per i bambini di oltre 4 anni . Questa applicazione gratuita li aiuterà a diventare grandi narratori . Impareranno rapidamente i concetti di struttura narrativa .

Per futuri pittori e illustratori

Sophie’s Drawings Per i bambini tra i 2 ei 7 anni . Questa applicazione aiuta a imparare a disegnare . Con la magica matita di Sophie , cominceranno con disegni semplici per poi aumentare la difficoltà. Una volta che completano un’opera d’arte una sorpresa attende. Provare l’applicazione gratuita prima di scaricare la versione completa .

IMMAGINATION BOX Questa applicazione è piena di idee e progetti creativi così che i bambini possano sviluppare i loro talenti . Disegno pittura, scultura , arti e mestieri … Per i bambini oltre 4 .

FRENCHIE DRAWS giochi e attività che promuovono il coordinamento quando si tratta di creare . Si richiede attenzione al dettaglio e concentrazione . Questa applicazione è per i bambini di 4 e oltre .

SENDY: STEAM PAINT KIDS ART
questa grande applicazione sviluppa dei vostri la creatività attraverso l’arte , il colore e la scrittura . Con SENDY: STEAM PAINT KIDS ART i vostri bambini potranno inviare il loro lavoro finito tramite e-mail . Per i bambini dai 4 anni .

Per futuri chef

PIZZA FACTORY FOR KIDS dicono che piccoli chef amano la cottura della pizza . Questa applicazione consente loro di scegliere il tipo di crosta , posizionare gli ingredienti e cuocere in forno virtuale. Dopo averne fatte un po’ vostro figlio sarà in grado di fare una vera pizza . Per i bambini dai 4 anni.

COOKING WITH KIDS, GREAT BRITISH CHEFS
Questa applicazione gratuita comprende più di 100 ricette divertenti e deliziose per i bambini . Con video , istruzioni e consigli dai migliori chef in Inghilterra . Per i bambini dai 4 anni.

KIDECOOK Per i bambini dai 4 anni questa applicazione permette loro di pesare gli ingredienti virtuali, mescolare e cuocere . Inoltre è dotato di ricette vere e proprie che potranno realizzare con la vostra supervisione.

Per i musicisti e compositori futuri

Little Fox Music Box
Questa applicazione è stata creata per i giovani musicisti di età compresa tra 2 e 6 anni. Esso comprende karaoke , popolari canzoni per bambini e le diverse versioni . Vogliono creare la propria musica? Questa applicazione ha un’orchestra completo di strumenti virtuali .

KINDER BACH Se il piccolo ama suonare il pianoforte questa applicazione include semplici lezioni , esercitazioni e giochi virtuali . Vincitore del Golden App Award , è gratuito ed è stato creato per i bambini dai 4 anni.

DR . SEUSS BAND questo grande gioco musicale insegnerà ai piccoli musicisti come distinguere gli strumenti e suoni . Dai creatori di Dr. Seuss , questa applicazione include 3 livelli di difficoltà . Vincitore del Editor´s Choice Award è raccomandato per i bambini dai 4 anni.

BLOOM HD Creato dal musicista , compositore e produttore Brian Eno , questa applicazione crea una connessione tra musica e arte . Per i bambini sopra i 4 .

Siamo sicuri che conoscete altre applicazioni che aiutano i piccoli a sviluppare i loro talenti naturali . Parlatecene !

Crediti fotografici : Rolands Lakis / Jim Pennucci

perchè i bambini non amano gli stereotipi
0 COMMENTI
17 febbraio 2014  |  Scritto da famosatoys

Molti genitori si preoccupano quando col passare del tempo la loro bambina continua a giocare con le macchinine e si rifiuta di indossare abitini e gonne oppure il loro bambino gira per casa con tutù e corona da principessa. Si domandano: è normale? Passerà ? Cosa devo fare ?
Secondo pedagogisti e pediatri è normale che i bambini non si adeguino alle idee preconcette sul genere. Per loro prendersi cura di una bambola è un modo di esprimere empatia e lanciare una macchinina contro l’altra è un modo di conoscere causa ed effetto . Entrambi sono importanti nella crescita di un bambino, sia esso maschio o femmina.

Tutti abbiamo vissuto degli stereotipi di genere in famiglia quando eravamo ancora piccoli. I genitori influenzano il comportamento dei bambini le loro convinzioni e forse , inconsciamente, creano aspettative su quello che saranno  gli interessi e la personalità dei loro figli in base al loro sesso. I bambini crescendo cominciano a essere esposti a degli stereotipi a scuola, in televisione e nella loro cerchia di amici . Ecco perché è così importante essere attenti a quello che si dice e che anche involontariamente potrebbe trasmettere idee preconcette. Ecco alcuni consigli su come educare i vostri figli senza pregiudizi e stereotipi di genere .

Evitate gli stereotipi.
Gli stereotipi sul comportamento maschile e femminile sono così radicati nella nostra cultura che se un bambino si discosta da ciò che è normalmente accettato può essere ridicolizzato e venire in qualche modo discriminato . E’ normale che un genitore voglia che i figli siano socialmente accettati, ma non si dovrebbe mai farlo a discapito di ciò che li fa sentire bene ed unici. Bisognerebbe evitare frasi come : ” i fiori sono da femmina” o ” un maschio non deve piangere “.

Aiutarli a sviluppare il loro potenziale.
Invece di cercare di plasmare il loro comportamento bisogna aiutare i propri figli a sviluppare le proprie potenzialità. Non preoccupatevi se i loro interessi non coincidono con i ruoli di genere prestabiliti. Lasciate che i vostri figli esplorino e sperimentino. Parlate con i vostri figli dei loro gusti e interessi . Deborah Tolman , co -fondatore di Spark , ritiene che ” i bambini attraverso il gioco si fanno già da piccoli un idea di quello che potranno fare, delle cose che ameranno e di quello a cui possono aspirare lasciando fuori tutta una serie di altre possibilità . “Bisogna semplicemente rilassarsi e far scegliere a loro giocattoli e vestiti . E’ il loro modo esprimere ciò che sono .

Essere un modello di ruolo.
I bambini sono fortemente influenzati da ciò che vedono e imparano da chi gli è più vicino e dall’ambiente in cui vivono. E ‘ importante trovare occasioni per parlare con loro di tutte le cose che vorrebbero fare o a cui aspirano – uomini e donne possono essere entrambi cuochi e medici – a patto che questo è ciò che li rende felici .

Capire le differenze.
Attraverso libri e film far conoscere situazioni e personaggi che sfidano i ruoli di genere e gli stereotipi e discutere con loro il significato delle loro scelte. Ecco alcuni suggerimenti:

LIBRI

Pippi Calzelunghe

Diario di una schiappa

I maschi non mi piacciono perché…

FILM

Billy Elliot

Frozen

Mulan

Crediti fotografici: Purple Sherbert Photography, ShelahD´s

L’importanza di creare
0 COMMENTI
14 febbraio 2014  |  Scritto da famosatoys

Prima era solo bricolage, poi è arrivata IKEA e, infine Internet è riuscita ad ampliare la cultura DIY in tutto il mondo tanto che DIY, acronimo per ” Do It Yourself ” è usato usato oltre che in inglese anche in spagnolo e in francese. Ma il DIY non è solo divertimento infatti permette ai bambini di pensare in modo creativo, di trovare soluzioni ai problemi e migliora la coordinazione occhio-mano e sviluppa le abilità manuali. Diversi studi confermano insegnare attività pratiche e manuali ai bambini aumenta la loro autostima e li rende più disinvolti nel confrontarsi con situazioni diverse. Imparano anche esprimersi e comunicare meglio con gli altri.

La sperimentazione è sempre positiva.

Proprio come un esperimento scientifico in laboratorio quando i bambini lavorano su idee creative si sforzano di trovare soluzioni. ” La colla non funziona . Che altro posso provare ? Che colori devo usare per fare l’arancione ? ” Questo modo di agire, oltre alla creazione artistica, insegna ai bambini che ci può essere più di una risposta a una domanda o più soluzioni a un problema .

Migliora la loro concentrazione.

Il fai da te richiede attenzione e pazienza, quindi bisogna saper lavorare con concentrazione, una capacità questa che è fondamentale per raggiungere molti obiettivi anche in futuro.

Migliora le abilità sociali ed emotive.

Attraverso l’arte i bambini sviluppano le loro abilità sociali ed emotive perché sono costretti ad ascoltare, condividere e apprezzare i loro sforzi e quelli degli altri . Li aiuta anche a esprimere i loro gusti e le loro tendenze. Quando fanno qualcosa con le loro mani  i bambini si sentono orgogliosi di se stessi.

Giocare Insieme.

Il fai da te è anche una grande opportunità per giocare insieme e condividere più attività in casa . Ricordate che la creatività infantile è spontanea . Non c’è spazio per pregiudizi . Ricordate sempre di reagire in modo positivo quando ci fanno vedere quello che hanno fatto e cercate di non confrontare il loro lavoro con quello di altri .

Migliora la loro formazione.

La creatività aumenta la capacità di pensare in astratto ed è inoltre strettamente connessa con lo sviluppo intellettuale. Il gioco creativo li aiuta a capire i problemi che possono sorgere in altri campi come a scuola o a casa nel momento dei compiti .

I bambini vanno motivati a spegnere la tv, il computer e i videogiochi e a fare qualcosa di creativo e il fai da te è sempre un’ottima soluzione. Oltretutto ci sono ottimi siti e libri pensati apposta per i bambini che aiuteranno anche i genitori che hanno dimenticato le basi del fai da te…
Ecco la nostra lista di siti web e libri consigliati :

Siti web

Cresce Bene

Cose per crescere

Art Attack

Libri

Il pericoloso libro delle cose da veri uomini

Lo faccio io!

Crediti fotografici : Makelessnoise, Carissa Rogers

Piove, cosa facciamo?
0 COMMENTI
15 novembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Quando si è bambini una giornata di pioggia è una giornata…fantastica! Ricordo che da piccola nei fine settimana piovosi io e i miei fratelli avevamo delle attività fisse…
Si iniziava la mattina con una colazione più lunga e abbondante del solito che si preparava tutti insieme, poi si scendeva per andare fare la spesa e si approfittava del momento per saltare in tutte le pozzanghere…rientrati era il momento di riordinare le stanze e aiutare la mamma in cucina. Il pomeriggio era tutto dedicato al gioco…puzzle,casa delle bambole, piccole rappresentazioni teatrali..e poi all’ora di merenda una bella cioccolata calda e un bel film. Le giornate di pioggia erano un momento per stare in famiglia divertendosi, senza sapere che quei momenti sarebbero poi stati sempre nei nostri ricordi.

Ecco alcune idee divertenti per godersi un giorno di pioggia con i bambini .

Il viaggio immaginario - ognuno sceglie una valigia e la riempie di oggetti, vestiti , un cappello divertente , scarpe … Pronti via…ognuno deve indossare tutto quello che ha messo in valigia e vedere chi crea il personaggio più folle. Non dimenticate di raccontare dove siete e di scattare delle foto ricordo di  quella bella giornata di pioggia !

Decorazioni a tema. Di certo è autunno o inverno, magari siamo vicini al Natale…perchè allora non preparare delle divertenti ghirlande o festoni a tema? Cartoncino, forbici e colla, colori e brillantini, ma anche pigne, rametti, foglie, pon pon e nastri…Con un po’ di fantasia e qualche utile consiglio potremo addobbare porte e pareti…

Schermata 2013-11-15 a 17.48.35 Schermata 2013-11-15 a 17.49.40

Il Boowling - Sicuramente avete bottiglie di plastica e una palla non molto grossa e pesante…ecco che il corridoio si trasforma in una pista da booling. Per rendere le bottiglie un po’ più pesanti basta riempirle con un po di fagioli secchi o riso.

Tutto con le perline – infilare perle e perline o pasta secca da colorare, è una attività che piace moltissimo ai bambini e li aiuta a perfezionare la loro manualità. Aiutiamoli a interpretare il gusto di amici e parenti e a realizzare collane, bracciali e pendenti da ragalare loro.

La pasta di sale - Giocare con la pasta di sale è sempre divertente . Tutto ciò che serve è  sale, acqua, farina e un po ‘di colorante alimentare . In una grande ciotola di plastica mescolare 1 tazza di sale e 1 tazza di farina . Versare lentamente e mescolare 1 tazza di acqua. Mettere l’impasto su una superficie infarinata e appiattirla con un mattarello . Usare tappi di bottiglia , coltelli di plastica o formine per biscotti per creare forme diverse . Una volta terminate terminate le forme si possono decorare con perline e brillantini.

Nei giorni di pioggia si può anche cucinare insieme , leggere una storia e mimarla a turno, andare a visitare una mostra o un museo . La cosa importante da ricordare è quella di divertirsi e di farlo insieme.

Crediti Foto: Oliver Jeannin

alberto azcona, il nostro “CREATORE DI SOGNI” di novembre
0 COMMENTI
15 novembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Sappiamo tutti che il gioco è importante e che le funzioni principali del gioco – emotivo, sociale , educativa e fisica – contribuiscono alla crescita del bambino . Ma lo sapevate per i bambini hanno il gioco è un diritto? Dal 1989 , la Convenzione sui diritti del fanciullo , adottata dalle Nazioni Unite , come indicato all’articolo 31, e riconosce “il diritto del bambino a riposo ed allo svago , a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative ” . Tuttavia, ci sono troppi bambini nel mondo che per vari motivi – culturali , sociali,  economici o anche per mancanza di tempo , non giocano . Così la Fondazione Crescere Giocando è nata per difendere e sostenere questo diritto . Abbiamo parlato con il direttore, Alberto Azcona , il nostro creatore di sogni del mese.

Cosa fa la Fondazione Crescere Giocando?

Uno dei modi per raggiungere il nostro obiettivo , che è quello di difendere il diritto al gioco , è la spedizione diretta di giochi e giocattoli per i bambini che non ne hanno e non ne possono acquistare. L’altro modo è attraverso programmi di informazione , che forniscono dati sull’importanza dell’uso dei giocattoli , e i benefici che derivano dal gioco sia durante l’infanzia che nell’adolescenza .


Alberto Azcona ad Haiti dopo il terribile terremoto

Parlaci del progetto ” un giocattolo, un sogno “.

La campagna ” Un giocattolo , un sogno ” è nata nel 2000 per portare  giocattoli ai bambini nel mondo che non possono avere. Collaboriamo con la radio pubblica spagnola e con molte aziende e istituzioni del nostro paese .

Poco dopo l’inizio , abbiamo notato che non era difficile avere giochi in regalo dalle aziende produttrici – che è un a buona cosa! – bisognava però dare supporto alle associazioni che aiutano i bambini, ONG che sostengono progetti scolastici in cui viene data molta importanza allo spazio dedicato al gioco.

Oltre all’attività in Spagna , sappiamo che siete presenti in tutto il mondo .

La nostra presenza nel resto del mondo è fatta sempre attraverso le organizzazioni non governative che operano nel settore a cui abbiamo dato supporto negli ultimi 13 anni , dal momento che uno degli obiettivi che ci siamo prefissati fin dall’inizio era quello di essere presenti in modo continuativo in su queste realtà per potere rendere consapevoli dell’ importanza del gioco e dei giocattoli nello sviluppo dei bambini. Grazie a questo supporto , oltre 6.000.000 di bambini in 30 paesi di tutto il mondo hanno ricevuto il loro primo giocattolo. Oggi sono già più di 1.500 le “stanze dei giochi”  nelle scuole, orfanotrofi , ospedali , comunità rurali in questi paesi.

Chi sono stati i tuoi “Creatori di Sogni” ?

Il “creatore di sogni” che ha segnato la mia vita , è stato Salvador Mirò della fondazione Crescere Giocando che con il suo impegno professionale, la perseveranza e l’amore per il mondo dei giochi e giocattoli , ha segnato una tappa importante della formazione.

Che consiglio daresti ad altri genitori ?

Se c’è una cosa naturale, positiva e salutare per i bambini è il gioco! Quindi consiglio i genitori di incoraggiare sempre i loro figli a giocare , e di farlo con loro. Riscoprire la gioia di questi importantissimi momenti.

Photo Credits : Giocare Grow Foundation

di che colore ti senti?
0 COMMENTI
13 novembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Quando è il momento di decidere quali colori si adatterebbero meglio alla stanza dei nostri bambini siamo spesso influenzati dalle tendenze del momento e dai nostri gusti personali o piuttosto dal semplice stereotipo rosa per le bambine e azzurro per i maschi. Non ci soffermiamo a pensare agli effetti che i colori possono avere su bambini e adulti.

I sentimenti e gli stati emotivi che i colori trasmettono erano tradizionalmente collegati alla cultura che li ha prodotti , e quindi alla moda imperante a quei tempi . Quindi , il rosso in Europa è stato legato alla passione prima e poi al pericolo , ma in Asia è un colore sacro – e anche se a noi può sembrare strano, non molto tempo fa i bambini indossavano il rosa .

Le più recenti ricerche riguardanti il modo in cui percepiamo il mondo intorno a noi , sottolineano che i colori influenzano le persone a un livello biologico , raggiungono a fondo il nostro DNA . Parlando di colori, scienziati come il DR. Beau Lotto spiega che i colori sono in grado di coinvolgere il sistema limbico e la produzione di ormoni .Bisogna quindi rivedere la nostra idea di interior design e iniziare a pensare all’influenza dei colori sul nostro benessere.

E ‘ importante tenere a mente che i colori si comportano diversamente a seconda della superficie li riflette . Quindi , una parete dipinta in blu porterà serenità e tranquillità , ma anche una sensazione di freddo secondo questo studio della Pantone . Tuttavia, la luce blu incoraggia la conversazione e la vivacità  e quindi  lampadine in questo spettro non andrebbero utilizzate nella cameretta dei bambini .

Il giallo può avere un effetto eccitante se utilizzato su grandi superfici. Il giallo brillante è in relazione con l’energia più primordiale , il Sole , in grado di dare al nostro corpo l’energia per ‘ un nuovo giorno ‘ . Perfetto per la camera studio, il giallo dtimola i bambini nell’attenzione e nella concentrazione. Per curiosità…Guardate di che colore è la scuola dei vostri figli la prossima volta che andate a prenderli.

n

Se avete voglia di giocare con i colori vivaci e potenti come rosso, arancione o giallo , l’idea migliore è quella di dipingere solo una parete in uno di questi colori e il resto con un colore più neutro . Sarà meno intenso, ma allo stesso tempo si darà una identità precisa alla stanza senza cadere nell’errore di dipingere ogni parete creando magari un effetto stressante .

L’arancione , altro colore solare , è utile nelle aree gioco perché incoraggia l’attività e la vitalità . Se la stanza è piccola , invece di dipingere una parete è possibile utilizzare questo colore su elementi decorativi che non compromettono l’armonia e possono essere sostituiti facilmente .

Il verde è universalmente legato alla natura , alla vita e alla serenità , ed è chiaramente la scelta più corretta quando non sappiamo se arriverà un maschio o una femmina e non vogliamo lasciare le pareti bianche . I toni verdi funzionano meravigliosamente nelle camere da letto per bambini , perché sono morbidi ma non noiosi. I risultati migliori si ottengono giocando con un mix di tonalità tenui. Il verde può da solo rinnovare una stanza, che sia dipingendo un pilastro verde smeraldo o un arco in un brillante verde prato.

Insomma i colori hanno una grossa influenza sulla nostra psiche tanto che la cromoterapia, una medicina alternativa che fa uso dei colori come terapia per la cura delle malattie trova sempre più seguaci in tutto il mondo. E allora al primo mal di testa…una buona dose di verde!

jpeg-1

evviva la colazione!
0 COMMENTI
8 novembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Nonostante la colazione sia fondamentale per la nostra nutrizione è spesso condizionata da mode e tendenze . Anche per questo pasto medici e nutrizionisti consigliano sempre una dieta varia come sana abitudine alimentare.

Quando prepariamo la colazione o qualsiasi altro pasto per i bambini , dobbiamo tenere a mente alcuni aspetti oltre alle solite attenzioni che usiamo per noi. I loro corpi sono in crescita e richiedono molte sostanze nutritive ma ciò non significa tonnellate di cibo .

Dobbiamo superare l’idea che un bambino “cicciotello” è sinonimo di sano. Quello che dobbiamo fare è dare ai nostri figli un’alimentazione di qualità più che di quantità.

Una colazione sana per essere completa dovrebbe comprendere ogni elemento della piramide alimentare e quindi le proteine ​​dal latte , le vitamine dalla frutta e l’energia fornita dai carboidrati di un toast o dei cereali. Questi i tre elementi che non dovrebbero mai mancare.

Quando scegliamo tra i molti prodotti disponibili per la colazione dei bambini , dobbiamo guardare l’origine dei prodotti e la loro naturalità. Ricordiamoci che meno elaborato è meglio è.

Man mano che i bambini crescono  avranno bisogno di un apporto supplementare di proteine ​​per aiutare i loro muscoli e tessuti a svilupparsi completamente . È possibile ottenere questi elementi da prosciutto , uova , fagioli o frutta secca. Un bicchiere di latte , addolcito con miele, è anche una buona fonte di proteine ​​. Uno yogurt bianco con alcuni cubetti di frutta fresca e pezzi di biscotto è una rapida e semplice colazione: deliziosa e sana!

Fare amare la frutta ai ragazzi non è mai semplice ,tanto più la prima colazione , ma è per questo che è stato inventata per la marmellata!
Cercate quelle con un alta percentuale di frutta, meglio oltre il 50% e leggete attentamente l’ etichetta . Controllate sempre la quantità di zucchero presente perchè nella frutta è presente naturalmente la giusta fonte di zuccheri e non è necessario aggiungerne per la prima colazione . Inoltre , la frutta è una fonte inesauribile di vitamine e minerali . Le mele sono ricche di fruttosio , le banane forniscono potassio, che i bambini perdono rapidamente quando fanno attività fisica.

I kiwi sono uno dei frutti più completi. Un solo frutto contiene più vitamina C del fabbisogno giornalier e sono ricchi di fibre. Proteggono i nostri occhi e la pelle dai raggi del sole e hanno un effetto positivo sul sistema immunitario umano .
Quindi grandi frullati di kiwi e banana! …ecco qui alcuni gustosi suggerimenti.

Piuttosto che spendere soldi in dubbi succhi multivitaminici è meglio, investire in un buon frullatore. La maggior parte delle bevande alla frutta contengono tanto zucchero, oltre a conservanti e talvolta coloranti. Dobbiamo stare attenti alla quantità di zucchero che diamo ai nostri figli . Ci sono alcune buone opzioni di succo di frutta in bottiglia senza aggiunta di zuccheri e a base di frutta non da concentrato, ma bisogna sempre leggere l’etichetta . Un bicchiere non deve superare il 10 % del consumo di zuccheri RDA se lo supera è preferibile farne a meno.

Photo credit: Nana B Agyei

Photo credit: John Watson

Lisa Heylauff, il nostro “creatore di sogni” di ottobre
0 COMMENTI
23 ottobre 2013  |  Scritto da famosatoys

“Le storie ci fanno credere nella opprtunità , a volte in modo così forte che ci danno il coraggio di cambiare la nostra vita . ” Queste sono le parole di Lisa Heydlauff , il nostro “creatore di sogni” di ottobre , la cui vita è cambiata grazie a un libro , Going to School in India.

Oggi la Heydlauff è fondatore e direttore di Going to School un’associazione/editore  no-profit   che crea strorie  destinate ai bambini più poveri dell’ India. L’associazione della Heydlauff crea storie incredibili , sulla base di un’ampia ricerca fatta con i bambini di tutta l’India .

Le loro storie sono libri , film , libri illustrati e programmi radiofonici che ispirano e motivano i bambini in tutto il paese a frequentare la scuola in modo da imparare una professione.

Le storie che escono da questa “officina creativa”  fanno già parte del programma di studi nazionale e Going to School ha ottenuto  premi e riconoscimenti in tutto il mondo . Ora la Heydlauff sta pensando a come  portare le storie su scale più grandi e in altri mercati emergenti o anche in città come New York – dove ha vinto un premio come Ted Fellow nel 2009 ed è un Young Global Leader del World Economic Forum

Che cos’è Going to School ?

Going to School sono storie . Creiamo belle storie che possano insegnare delle professionalità – dal creare una rete professionale a stilare un rendiconto finanziario o un business plan. Creiamo queste storie , stampiamo i libri e poi li consegnamo gratuitamente a 1.000 scuole secondarie dello Stato più povero dell’India, il Bihar .

Perché lo facciamo ? Perché in India , oltre il 52 % dei bambini abbandona la scuola prima dei 15 anni . Vogliamo interrompere il ciclo di povertà fornendo a bambini e giovani le competenze scolastiche , così che possano  diventare imprenditori , creare in futuro dei posti di lavoro, generare reddito e involvere dalla forte situazione di disagio economico in cui sono.

Sappiamo che le storie possono farlo. Possono raggiungere i ragazzi a scuola . Storie nella loro lingua  che li convincano del fatto che con lo studio e con delle competenze potranno cambiare il loro futuro.

Il nostro programma principale si chiama Be! an Entrepreneur (Diventa Imprenditore!)  ed è formato da 50 storie che insegnano i principi imprenditoriali a 100.000 ragazzi in età 12-14 nel distretto 9 del Bihar .Questo programma è cresciuto grazie a quello che abbiamo creato prima : il nostro primo libro per bambini Going to school in India distribuito in 45.000 scuole, e la nostra serie tv  Girl Stars che è stata trasmessa sulle tv nazionali e vista da oltre 100mila persone. Il nostro metodo è stato inserito nel programma di studi nazionale e i materiali continuano a essere distribuiti a oltre 10 milioni di ragazzini ogni anno .

Qual è stata la lezione più importante che hai imparato dai bambini?

Ho imparato che i bambini credono nelle storie , e che se ci credi fortemente riuscirai a realizzare il tuo sogno .

Chi sono i  tuoi ” Creatori di sogni “ ?

Prima di iniziare questo progetto, ho avuto la fortuna di avere 3 i ” Creatori di sogni “. Uno scrittore amico che mi ha motivato a viaggiare in India  quando avevo 23 anni , un altro amico che mi ha insegnato a scrivere proposte e strutturare i miei sogni in una forma che gli altri potessero comprendere e , infine , un amico imprenditore che ha creduto nella possibilità e disse: “Perché no? ”

Oggi, i miei “creatori di sogni” sono 61 persone che lavorano per Going to School. Visitando ogni giorno scuole e  college e assicurandosi che i ragazzi con l’aiuto delle nostre storie imparino a realizzare i propri progetti e i propri sogni.

Qual è il tuo prossimo obiettivo ?

Il nostro obiettivo è quello di raggiungere i 1,2 milioni di giovani che vivono in povertà dandogli delle competenze scolastiche entro il 2015 . Come ? Attraverso una storia.

Se dovessi dare un consiglio ai genitori riguardo la creatività , i sogni e la motivazione dei loro figli , che cosa diresti loro?

Leggete ai vostri bambini . Nel mondo della tecnologia, sempre più i libri possono ancora realizzare sogni dei vostri bambini , senza stereotipi i libri ispirano la fantasia e la creatività.

Photo credit : Nitin Upadhye

papà mi racconti una storia? i consigli per storie di sicuro successo!
0 COMMENTI
21 ottobre 2013  |  Scritto da famosatoys

Quante volte ci siamo bloccati a metà nel raccontare una barzelletta perché ci siamo resi conto che non la stavamo raccontando nel modo giusto? Con i racconti e le storie è lo stesso. Se ci prepariamo un po’ e sappiamo cosa vogliamo raccontare, saremo in grado di raccontare molto meglio le storie ai nostri figli , divertendoli e dando piccoli insegnamenti.

Il nostro primo consiglio è tipo vecchia scuola , ma è un classico che funziona sempre: ogni storia ha bisogno di una introduzione, una parte centrale e una fine .

In generale, si consiglia di dividere la storia in quattro parti<strong> . Una per  l’inizio , due per la parte centrale e il prefinale e una per il gran finale . Tuttavia , è meglio non prendere questo come regola empirica , non è scolpito nella pietra. Adattarsi  ai gusti dei nostri ascoltatori , i nostri figli , da sempre  i risultati migliori.

Inizia la tua storia con qualcosa di imprevedibile e che ti piace molto , terrà attento il  pubblico e ti divertirai nel raccontare.

Utilizzare dettagli chiari e completi aiuta la storia a prendere vita. Una palla non dice molto, ma se la palla è consumata perché i ragazzini nel parco ci hanno giocato molto sarà più facile da ricordare e da trasmettere successivamente.

Non impazzire con le descrizioni . Pensate a quante volte si saltano lunghi paragrafi in un romanzo che parla solo di montagne e fiumi , senza realmente dare qualcosa in più alla storia.

Fare buon uso di pause e silenzi. È necessario contrassegnare il ritmo e un buon modo per avere il controllo del tempo e la cadenza della tua storia è quello di fare domande tipo che cosa è successo dopo? prima di un momento di silenzio .

Per mantenere l’emozione e far si che la loro attenzione non si perda, è estremamente importante non svelare sino all’ultimo alcuni particolari e personaggi,  lasciate che siano i vostri bambini a indovinare a poco a poco e a raggiungere le proprie conclusioni.

Se ti blocchi a metà , non ti preoccupare perché sono racconti di magia e di fantasia e quindi sarà facile riprendere il filo della narrazione.

Dato che si stanno raccontando storie per bambini , potrai rendere i tuoi personaggi come archetipo di ciò che vorresti che siano. I buoni possono essere buonissimi e i cattivi  molto cattivi . Tuttavia, bisogna ricordare di dare alcuni dettagli sul loro aspetto e sui loro sentimenti affinchè i vostri bambini possano avere un’idea migliore dei personaggi   e  possano relazionarsi con loro .

Dotate i vostri personaggi di qualche particolare simbolico, tipo la pinna rotta di Nemo , il pesciolino della Pixar . Nemo ha una pinna rotta perché nella sua vita manca qualcosa, in questo caso la madre , e anche perché ha una grande avventura davanti per cui non crede di esser pronto.

Per impostare bene la storia possiamo anche indossare costumi e vestiti divertenti . Il cappello di un mago ci trasformerà nel miglior narratore in un attimo. Non vergognatevi di imitare i suoni degli animali o di riprodurre la pioggia, proprio come si fa per  gli effetti sonori nel cinema più classico . E se è necessario riprodurre il calpestio del cavallo del nostro coraggioso cavaliere, le due metà di una noce di cocco saranno perfette.

Finire, quando possibile, la storia con un finale positivo e inaspettato. Le storie positive forniscono nuove esperienze e spunti da cui imparare.


Photo credit : jseattle

Photo credit : Joe Shlabotnik