Español
English
Italiano
Tag: regali
La prima comunione. Siete pronti per l’evento?
0 COMMENTI
12 maggio 2014  |  Scritto da famosatoys

Maggio è il mese in cui vengono generalmente celebrate le Prime Comunioni e, se i vostri figli hanno deciso di farla ecco un piccolo vademecum per questa importante tappa. Le origini , le usanze e le idee per la festa, i regali e le bomboniere…

La Prima Comunione è il momento in cui le persone ricevono per la prima volta nella vita il sacramento dell’Eucarestia quindi il corpo, il sangue e lo spirito di Gesù. Con questo sacramento i ragazzi entrano in contatto con Dio, chiedendo il perdono dai peccati per ottenere la sua benedizione.
Solitamente la prima comunione avviene verso gli 8 anni e rappresenta il secondo sacramento per il fanciullo, dopo il battesimo.

Poco prima della prima comunione i bambini seguono un percorso proposto dai loro catechisti che li renderà consapevoli del gesto che si sta per affrontare e liberi di scegliere autonomamente.

Il regalo per i ragazzini dovrebbe essere inerente al sacramento religioso che si presenta, ma spesso parenti e amichetti decino per giochi, libri o capi di abbigliamento.

La prima comunione è una tappa importante e viene festeggiata con un piccolo ricevimento dopo la cerimonia spesso organizzato a casa soprattutto da chi ha a disposizione un terrazzo o un giardino.

L’eucarestia
Le origini dell’Eucaristia si trovano nell’Ultima cena, in cui secondo l’interpretazione cattolica del racconto dei vangeli, Gesù distribuì ai suoi discepoli il pane ed il vino come suo corpo e suo sangue, offerti come sacrificio per la salvezza degli uomini, incaricandoli di fare lo stesso in sua “memoria”.

Il ricevimento
Ci sono molti modi per celebrare questo giorno speciale , preferibilmente all’aperto e con spazio in cui i bambini possano correre e giocare . Un buffet salato con tramezzini, panini al latte, pizzette e focaccine e uno dolce con piccola pasticceria, dolci al cucchiaio monoporzione e frutta. Un pensiero speciale lo merita la torta che sarà la preferita del festeggiato.

Le decorazioni
Una buona idea è fare una festa in più famiglie, per condividere i costi e rendere la festa una giornata di svago e divertimento per i più piccoli. Tutti possono partecipare alla creazione di inviti e decorare i tavoli con palloncini e fiori. Un’idea divertente è fare un poster con le foto dei festeggiati.
Ricordate di preparare un album pronto per i vostri ospiti affinchè possano scrivere dediche speciali e di chiedere gli indirizzi email in modo da mandare ai partecipanti una o più foto ricordo della festa.

I regali
E quando si tratta di regali … Famosa ha pensato a voi e ha deciso di dedicarvi una selezione speciale e una promozione allettante: dal 6 maggio fino al 10 giugno , sarete in grado di trovare una sezione dedicata alla Prima Comunione con una promozione speciale per i regali nel negozio online ( disponibile solo in Spagna ) . 20 giocattoli , tra cui Bambole e Tablet Boing con spedizione gratuita .

E voi, come pensate di festeggiare ? Inviateci le vostre idee in modo da poterle condividere con i nostri lettori .

Crediti fotografici : Guillermo Varela/Brunifia

CATEGORIAS: GIOCARE INSIEME  |  TAGS:  , , , ,
i giochi preferiti da piccoli…e grandi!
0 COMMENTI
20 dicembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Che regalo chiedono i bambini?

Abbiamo fatto una piccola indagine e abbiamo scoperto quali giocattoli FAMOSA metteranno quest’anno i bambini nella loro lista di Babbo Natale. Prendete queste informazioni e fatene buon uso oltre che per i vostri bambini anche per parenti e amici di tutto il mondo.

Quest’anno nella linea di Pinypon sono stati inseriti nuovi playset che sono di gran moda negli Stati Uniti e in Messico oltre che in Germania e Turchia . Nuove confezioni e accessori che rendono impossibile resistere al fascino di Pinypon . I più richiesti  dai nostri piccoli amici sono nella Casa Neve , Parco divertimenti e l’aereo di Pinypon . E ‘chiaro, chi non vorrebbe divertirsi e vedere il mondo ?

Certamente per Nancy e per chi ama giocare con lei questo è anno straordinario. Nancy avventure nel mondo, Nancy e i cuccioli sulla Neve e Nancy e il negozio di gioielli sono stai i preferiti in America e in Europa. Babbo Natale ne ha fatto un sacco pieno!

Nenuco un altro nostro amico che quest’anno sta vivendo un grande momento e non potremmo esserne più felici .Oltre al successo della nuova linea di accessori per bambini Baby- Nenuco , le novità presentate da Nenuco nel 2013 stanno avendo una bella accoglienza soprattutto Nenuco inventa una storia e La cucina di Nenuco , grazie alla sua innovazione e al design d’avanguardia .

png

 

In attesa di giornate meno fredde i nostri bambini hanno comunque chiesto a Babbo Natale tricicli, moto a pedali o elettriche e le nostre di Feber superano ogni aspettativa grazie ad una qualità superiore e a una linea sempre nuova e divertente. I cavalcabili  di Cars, Topolino, Minnie e Principesse e Ferrari soddisfano ogni gusto di bambini e bambine.

E poi i treni…il sogno di tutti i bambini e di tutti i papà! Quest’anno è l’anno di Power Trains, che i bambini hanno visto in Tv in tutta Europa e i papà  non se lo sono fatti dire due volte…l’hanno comprato subito!

Schermata 2013-12-20 a 17.10.40
http://youtu.be/HOjox7MwGUc

Mamma…ma chi li porta i regali di Natale?
0 COMMENTI
20 dicembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Viaggio nelle leggende e nei miti del Natale.

Babbo Natale rappresenta il simbolo del Natale laico, e oggi è una figura molto presente anche in Italia Ma da dove viene e dov’è nato? Quali sono le sue origini? Impossibile dare una risposta univoca. Babbo Natale vanta diverse provenienze e diverse date di nascita che vanno dalla notte dei tempi fino agli anni Trenta. Com’è possibile?

La ragione è che Babbo Natale è una figura nata gradualmente dalla sovrapposizione di personaggi diversi, è il risultato di una stratificazione di immagini, da una mescolanza di figure sacre e profane, alcune di pura fantasia, altre realmente esistite.
In Europa tre Paesi del Nord scandinavo se ne disputano l’origine e la sede ufficiale: la Norvegia con la cittadina di Drabak, situata sul fiordo di Oslo, la Svezia con Tomteland, nella zona geografica a nord-est di Stoccolma, in riva al lago Siljan, e infine la Finlandia con Rovaniemi – forse la più attraente tra le ipotesi, per la sua collocazione – posta proprio sul Circolo polare artico.
Il motivo della triplice origine è presto svelato: tutti e tre i Paesi vantano nel loro patrimonio mitologico, fatto di leggende, tradizioni e racconti favolosi, l’esistenza di folletti presenti nelle campagne scandinave -così narra il mito – al di sotto della terra abitata dagli umani e viventi grazie agli avanzi della cena e resti di cibo messi dai bambini fuori dalla porta di casa alla sera del giovedì.

Ma anche il mondo cristiano ha le sue figure di “portatori” di doni, quand’anche non sia lo stesso “Gesù Bambino” – come avviene in alcune città e regioni d’Italia – indicato come colui che premia i fanciulli buoni con i doni che fa trovare davanti al presepe la mattina del Natale. Nella cultura slava c’è San Basilico, che visita le case lasciando regali per i piccini nella notte di Capodanno, mentre nell’area germanica c’è San Nicola che, vestito in abito episcopale e accompagnato da un diavolo, fa il suo giro a lasciare doni il 6 o l’8 dicembre. E proprio San Nicola è una figura chiave per la genesi di Babbo Natale.

images      reyes

In Spagna la tradizione dello scambio dei regali avviene tra la notte del 5 Gennaio e il 6, giorno dei Re Magi, “los Reyes Magos”. Infatti, Babbo Natale è conosciuto dagli spagnoli, ma non è considerato come il personaggio che porta i regali, sono i Re Magi che durante la notte del 5 Gennaio, entrano in casa e lasciano i doni.

Durante la notte, i Re Magi “entrano” in casa e portano i regali a grandi e piccini. L’indomani, il 6 di gennaio, tutto la famiglia si riunisce per aprire i regali ricevuti. Praticamente quello che in Italia succede la notte tra il 24 e il 25 in Spagna si fa il 6 di gennaio.

Qualunque sia la scelta , è importante che i bambini capiscano che questo è un momento magico e che i regali sono solo parte di una festa in cui si celebra, l’amore , l’amicizia e la solidarietà.

 

 

acquisti on-line sicuri per i regali di Natale
0 COMMENTI
6 dicembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Lo sapevate che oltre il 64 % dei genitori si affida al web per l’acquisto di giocattoli per i loro figli ? Comprare i regali di Natale online ha molti vantaggi. Non ci sono file , fa risparmiare tempo e denaro , è possibile acquistare oggetti provenienti da tutto il mondo  da casa o in ufficio 24 ore su 24 tutti i giorni e la maggior parte dei negozi online offre confezioni regalo.

Tuttavia sorgono molti dubbi prima di un acquisto on-line . È un sito sicuro ? Il mio ordine arriverà in tempo? Perché hanno bisogno i miei dati personali ? Posso essere rimborsato se il mio ordine è sbagliato ? Entro quanti giorni devo restituire gli articoli acquistati? Nonostante il fatto che il numero di acquirenti online aumenta ogni anno , solo il 2 % conosce i propri diritti. Ecco tutte le informazioni necessarie e e le attenzioni da avere per fare acquisti in tutta sicurezza.

Prima di iniziare , è bene sapere che gli acquisti on line sono regolamentati da normative Europee e tutelati grazie ad associazioni consumatori che ne monitorano l’applicazione.

Quando visitate un negozio online verificate di essere su un sito sicuro . Se utilizza per i pagamenti servizi offerti  da istituti bancari con protocolli SSL o TLS , che consentono di dare modo sicuro le informazioni personali , sono a posto. Se volete capire meglio di cosa si tratta, leggete qui.

Leggete attentamente la policy della società che vende il bene o servizio. Deve contenere informazioni complete e precise sui prodotti e servizi, dettagliare i costi di spedizione , tasse, restrizioni, resi e politiche di annullamento. Questo vi permetterà di fare acquisti senza sorprese .

Il web soprattutto in questo periodo dell’anno  offre tante promozioni e sconti, tanto che ci si potrebbe sentire sopraffatti . Una volta che siete certi che state utilizzando un sito sicuro , approfittate per comprare al miglior prezzo.

Ecco un buon consiglio : se siete alla ricerca di un regalo specifico , aggiungete la parola sconto al termine da ricercare o andate nei motori di ricerca che confrontano i prezzi fatti da aziende diverse, come Trovaprezzi o Shopmania.

Prima di inserire le informazioni personali o l’ e-mail , accertatevi che il vostro nominativo non venga usato per inviarvi messaggio promozionali.

Controllare sempre una seconda volta prezzo e quantità ordinata prima di effettuare il pagamento e verificare la data di consegna in modo che i regali arrivino ​​in tempo.

Una volta effettuato l’acquisto on-line , tenere una copia della transazione . Se si rilevano errori , contattare immediatamente la banca.

Se siete attenti e conoscete i vostri diritti l’acquisto online è facile e divertente e si può risparmiare tempo e denaro .
Se sapete già cosa vogliono i vostri bambini per Natale , potete trovare i loro regali su questi siti sicuri: Amazon o ToysCenter.

Photo Credits : Kristina Servant

Crediti fotografici : Chris Potter

CATEGORIAS: TEMPO LIBERO  |  TAGS:  , , ,
Juegorama 2013: un’analisi del mondo “gioco”
0 COMMENTI
22 novembre 2013  |  Scritto da famosatoys

Juegorama 2013, lo studio annuale sui bambini di Famosa , è quasi concluso  e come sempre con un sacco di informazioni interessanti da non perdere . Il tema  di quest’anno è  ”il giocattolo responsabile” , ma in attesa di vedere i risultati dell’indagine, vi riportiamo le notizie e più interessanti delle precedenti edizioni di  Juegorama.

Il Juegorama 2010 sollevava questioni interessanti riguardo il cambiamento avvenuto nel modo in si  gioca e si interagisce con i giocattoli .

Se siete tra quelli che pensano che i bambini non giochino all’aperto tanto quanto prima ,avete ragione . Dalle analisi di  Juegorama sappiamo che se “prima” ( quando i genitori intervistati erano bambini ) chi giocava “fuori” era il 52 % ,  ora  è  il 44 % dei bambini .

Oltretutto se guardiamo agli adolescenti la percentuale scende al 20 % . Ma come potrebbero  i bambini del XXI secolo  giocare dopo la lezione di inglese , karate e ginnastica , e dopo i compiti?. E’ aumentata infatti la percentuale di bambini che giocano prima di andare a letto ( il 9%) e durante il week end  (14 %) .

Tuttavia, la percezione dei genitori è nella maggioranza (il 68 % ) che i bambini giochino il tempo sufficiente.

I giocattoli preferiti dai  bambini sono cambiati , adattandosi ai nuovi spazi di gioco . Un tempo,  il primato indiscusso era delle bambole ‘( 28 % ) , altri giochi preferiti erano il calcio e il salto alla corda.  Ora , i videogiochi impegnano nel gioco il 26 % dei bambini

È interessante notare , tuttavia ,  che bambole e animali di peluche rimangono il  ’ giocattolo del cuore ‘ preferito (65%).

Cambiano gli spazi , cambiano i giocattoli e i compagni di gioco . Le ore di gioco individuale sono raddoppiate con l’introduzione dei giocattoli “intelligenti” che hanno azzerato la necessità di interazione con altri bambini .  I nonni assumono un ruolo importante nel gioco con i nipoti , ma il grande cambiamento è stato portato dai genitori , che ora giocano il 30 % in più con i loro figli .

Natale si avvicina e l’edizione 2013 di  Juegorama ci anticipa cosa accadrà . I genitori intervistati  ci dicono che la spesa media per i giocattoli di quest’anno è  circa € 18o e ci raccontano della loro difficoltà di   “di dire di no a un bambino . ”

Guardando i dati di  Juegorama 2012  vediamo che il 39 % dei genitori acquista ai loro figli tutto o più  di quello che chiedono, mentre il  38%  la metà.

Grazie alle indagini di Juegorama sappiamo anche che ci piace organizzare gli acquisti di Natale ( al 85%)  con largo anticipo ,e che il 40 % ha fatto acquisti di giocattoli  un mese prima.

L’edizione 2011 di Juegorama ci indicava che i bambini oggi passano una media di mezz’ora al giorno davanti alla tv, mentre negli anni 90 si parlava di 3 o 4 ore e che i peluche e le bambole sono i giocattoli con cui giocano di più .

CATEGORIAS: CREATORI DI SOGNI  |  TAGS:  , , , , , ,